15/02/2019 Ragazzi

venerdì 15 febbraio ore 11 | teatro ragazzi
Compagnia Arti e Mestieri
UN MARZIANO IN CUCINA
di e con Maria Toesca
regia Riccardo Diana
animatrice Camilla Diana
musiche di Andrea Oggioni
voce registrata Lorenzo Guidi
dai 3 agli 8 anni

Fata Meringa è alle prese con la preparazione di pozioni magiche e gustose ricette, quando alla radio si parla dell’avvistamento di un marziano che si sospetta si rifugi in una cucina…


Un topo e una fata in cucina: ne possono succedere di tutti i colori, soprattutto se il topo cucina a modo suo, minestre fatte di ombrelli e scarponi! Ci vuole qualche magica lezione da chef…! Sembra che le cose vadano per il meglio, quando, atterra dal cielo un marziano. All’inizio sembra essere pericolosissimo, ma poi si rivela un cucciolo curioso che non conosce niente del nostro mondo. Il suo pianeta è pieno di computer e di marziani strani e solitari e Tatou chiede aiuto perché si sente diverso dagli altri. Come aiutarlo? Come proteggerlo da chi lo vorrebbe catturare? Come raccontargli del nostro pianeta, del nostro complicato e bellissimo mondo? Come spiegargli cosa è una mamma, un papà, giocare a nascondino, un topo, un bacio, un elefante o un bambino? E soprattutto, come spiegargli cosa è un amico e come si fa a fare amicizia? Niente paura, topi, fate e bambini hanno molta fantasia e si sa, con la fantasia si può risolvere ogni cosa. Il piccolo marziano si salverà e andrà alla ricerca di una stella dove portare i suoi amici e costruire una città con tutte le cose più belle di ogni mondo. Intanto noi gli regaleremo amicizia ed emozioni, i tesori più preziosi del nostro scassato e meraviglioso mondo e lo aspetteremo ogni volta che vorrà tornare.
Lo spettacolo offre agli adulti un momento per ascoltare cosa pensano i bambini di ciò che li circonda, le loro spiegazioni, le loro percezioni. Cerca il significato delle parole, e la descrizione delle emozioni. Dà alla tenerezza, all’amicizia il valore fondamentale per la vita e i rapporti. Rende protagonisti i bambini nell’accogliere e proteggere chi è diverso, scambiandosi ciò che di bello c’è in ognuno di noi.

La Compagnia di Arte & Mestieri nasce nel 1981 in Toscana, i primi anni di lavoro e di ricerca si concentrano sul recupero e la divulgazione della Commedia dell’Arte con la creazione di una Scuola Internazionale che alterna la formazione degli attori alla produzione di spettacoli dedicati e realizzati nelle piazze Medioevali. La Compagnia si fa promotrice della Rete delle Piccole Città d’Arte dell’Italia Centrale, un circuito di quaranta Comuni che collaborano alla realizzazione di un piano di rinascita culturale e teatrale; di questi anni si ricordano tra gli altri gli spettacoli “Il carro dei comici”; “Lo straordinario Viaggio di Don Chisciotte”, “Il fantasma di Canterville”. Nel 1991 la Compagnia trasferisce la sua sede legale in Roma, consolidando e ampliando il proprio raggio d’azione e di ricerca. Di particolare importanza è il lavoro sul rapporto tra letteratura e teatro. Si possono citare a tal proposito “Nel sogno di Messer Boccaccio” ispirato al Decamerone di Giovanni Boccaccio; “Incanto di Natale” ispirato a Charles Dickens; o “Pinocchio” da Carlo Collodi. La linea artistica della Compagnia, da ormai quasi trent’anni, è quella di proporre un teatro che affascina per l’uso di molti linguaggi creativi che si fondono in note armoniche dove ogni aspetto dello spettacolo è protagonista. Dall’immagine alla musica, dal colore alla luce, dalla danza alla recitazione, dall’uso di pupazzi, ombre e teatro nero alle nuove tecnologie, un rimando di emozioni, interpretate dagli attori, scritte da autori che concepiscono la parola teatrale come materia viva e significativa, veicolo di messaggi importanti per la percezione dei sogni e della realtà; una linea di confine quest’ultima, su cui i professionisti che collaborano con la Compagnia sono stimolati ad inventare in una continua ricerca. La Compagnia nasce come centro teatrale attivo, in cui attori e professionisti del settore, oltre a realizzare spettacoli, hanno la possibilità di formarsi, aggiornarsi, sperimentare e affinare la loro professione. Nel corso degli anni quest’aspetto si è andato allargando e consolidando, diventando uno dei principali profili del lavoro della Compagnia. Laboratori, stage, incontri, progetti didattici, fanno parte di una precisa linea educativa che utilizza il teatro come strumento dalle infinite possibilità di conoscenza, crescita e scoperta. Offrendo strumenti e percorsi che variano a seconda delle esigenze, la Compagnia disegna progetti ogni volta diversi per ciascuna realtà. La Compagnia di Arte & Mestieri gestisce uno spazio, Fonderia 900, in S. Giovanni a Roma, spazio di 300 mq, composto di 2 sale polivalenti in cui la Compagnia realizza eventi di vario genere legati ai linguaggi creativi ed espressivi. La direzione artistica di questo spazio mira a realizzare una linea di incontro sperimentale tra tutti coloro che inventano nuovi percorsi di comunicazione e scambio culturale. La compagnia inoltre, possiede un laboratorio di scenotecnica e costume dove realizza le produzioni per sé e per conto terzi lo spazio, L’inventificio 17. La Compagnia si occupa di formazione a vari livelli e in diversi settori, realizzando percorsi formativi per conto di Comuni, Biblioteche, Istituti Scolastici, Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili. Dal 1990 ad oggi la Compagnia lavora in progetti di educazione alla lettura, costruzione e illustrazione del libro con allestimento di mostre dei lavori per conto delle ventidue Biblioteche Comunali di Roma e delle Case Editrici: Nuove Edizioni Romane, Motta Junior, Castoro, Rizzoli, Mondadori, Cooperativa Nuovi Quaderni, Edicart. Questi progetti sono stati realizzati anche in diverse manifestazioni di promozione alla lettura e Fiere del Libro in molte importanti città italiane.

http://www.compagniadiarteemestieri.it