12/10/2019 - 13/10/2019 Teatro

sabato 12 ottobre ore 21 e domenica 13 ore 18 | teatro
Infinito | Pierfrancesco Pisani | Isabella Borettini | Argot presentano
SOUVENIR
la fantasiosa vita di Florence Foster Jenkins
di Stephen Temperley
traduzione e adattamento Edoardo Erba
regia Roberto Tarasco
con Francesca Reggiani e Claudio Bigagli
e con Francesco Leineri
anteprima romana – mise en espace

La storia di Florence Forster Jenkis, la cantante stonata che incuriosì e conquistò l’America negli anni ‘40.
Una commedia irresistibile in equilibrio fra talento e passione, portata in scena da due grandissimi interpreti: Claudio Bigagli e Francesca Reggiani.

Acquista Online


Una commedia irresistibile in equilibrio fra talento e passione: non è importante che l’arte corrisponda a rigidi canoni classici, la passione, se brutalmente sincera, trasforma in capolavoro anche una disastrosa esibizione. Un sogno che diventa realtà. Ispirata alla vera Florence Foster Jenkins, la commedia racconta della ricca signora dell’alta società newyorkese, anima di un circolo di amanti di bel canto, che nel 1944 si esibisce al Carnegie Hall, la più importante sala da concerto classica di New York. Un concerto così atteso che i biglietti vennero esauriti con settimane di anticipo. Florence era famosa per la completa mancanza di doti canore: il senso del ritmo le era totalmente estraneo e concepiva intonazioni assolutamente bizzarre. il 25 ottobre 1944 il suo ‘talento’ diventa di dominio pubblico: cosa accadrà? Alla vicenda si ispira il film biografico Florence, diretto da Stephen Frears nel 2016 e interpretato da Meyl Streep, Hugh Grant e Simon Helberg, che ha raccolto svariati riconoscimenti e nomination agli Oscar e ai Golden Globe.

Francesca Reggiani
Si diploma presso il Laboratorio di esercitazioni sceniche di Gigi Proietti ed esordisce in televisione nel programma “La TV delle ragazze”. Successivamente fa parte del cast del programma comico “Avanzi”, in onda tra il 1991 e il 1993 su Rai 3. Per lo stesso canale partecipa alla trasmissione “Tunnel”, mentre per Canale 5 interpreta entrambe le stagioni della serie “Caro maestro” (1996 e 1997). Passa poi a Rai 2 nei programmi “Disokkupati”, “La posta del cuore” e, per finire, a “Convenscion”. Nel biennio 2002-03 fa parte del cast di “Cocktail d’amore”, in onda in seconda serata su Rai 2. Parallelamente alle esperienze televisive, in teatro firma il monologo “Non è Francesca” nel 1992 e scrive e dirige altre opere, tra le quali “Agitarsi prima dell’uso” (1994), “Strati d’animo” (1999), “Punti di vista” (2000) e “Patty e tutte le altre” (2002). Tra le partecipazioni cinematografiche spicca quella al film “Intervista” di Federico Fellini. Nel 2005 partecipa come concorrente al programma televisivo “Ballando con le stelle”. Successivamente è nel cast delle fiction “Lo zio d’America 2” (2006) e “Medicina generale” (2007), entrambe trasmesse su Rai 1. Nel 2006 vince il Delfino d’Oro alla carriera (Festival Nazionale Adriatica Cabaret). Dal 3 febbraio 2011 affianca Alba Parietti (della quale, all’epoca di “Avanzi”, faceva la parodia) nel suo nuovo programma “Alballoscuro”, in onda su LA7d. Sempre nel 2011 partecipa anche al nuovo programma comico di Rai 2 “Base Luna”. Nella stagione 2010-11 è tornata a lavorare con Serena Dandini, partecipando all’ultima edizione del programma “Parla con me”, in onda in seconda serata su Rai 3. Nel 2012 lavora ancora con la Dandini nel nuovo programma satirico “The show must go off”, in onda su LA7 il sabato in prima serata. Nel 2018 prende parte al remake de “La TV delle ragazze”, intitolato “La TV delle ragazze – Gli Stati Generali 1988-2018”, in onda su Rai 3.

Claudio Bigagli, diplomato all’Accademia d’Arte Drammatica di Roma Silvio d’Amico, inizia a lavorare con la compagnia di Dario Fo, interpretando innumerevoli ruoli fino a sperimentarsi anche come autore. Particolare soddisfazione l’ha avuta dal testo da lui scritto e diretto intitolato “Piccoli Equivoci”, distintosi come miglior opera prima a Taormina Arte e divenuto un vero cult degli anni ottanta, tanto da venire trasformato in un film, nel 1989, dal suo amico Ricky Tognazzi, (alla sua prima volta in veste di regista). È stato il cinema, comunque, a riservare i maggiori successi. Oltre all’Oscar per il Miglior Film Straniero come coprotagonista di “Mediterraneo”, celebre pellicola di Salvatores del 1992, ha preso parte a molti film dei fratelli Taviani, fra cui il bellissimo e struggente “La notte di San Lorenzo” del 1982. Nel 1983 è stato al fianco di Benigni, nell’ultimo episodio di “Tu mi turbi”, ha recitato in “Bianca” di Nanni Moretti (1984), passando per “La bella vita” di Paolo Virzì (1994), “Concorrenza sleale” di Ettore Scola (2001). Come regista ricordiamo “Il guerriero Camillo” del 1999 e “Commedia sexy”, del 2001. Negli ultimi anni ha partecipato a pellicole di stampo giovanilistico quali “Tre metri sopra il cielo” e “Ho voglia di te” di Luca Lucini, ma anche a commedie: “Tutte le donne della mia vita” (2007) e “C’è chi dice no” (2011) accanto a Paola Cortellesi e Luca Argentero. Ha preso parte anche alle miniserie “Ricomincio da me” e “Provaci ancora prof!”

Roberto Tarasco. Nato a Torino è stato fondatore e direttore organizzativo del Laboratorio Teatro Settimo – Teatro Stabile di Innovazione (1982-2002). Esperto musicale, regista, light designer, scenografo, negli ultimi anni ha curato gli allestimenti per Eugenio Allegri, Natalino Balasso, Alessando Baricco, Enrico Bertolino, Valerio Binasco, Lella Costa, Laura Curino, Alessandro D’avenia, Arnoldo Foa, Valeria Moriconi, Marco Paolini. Collabora stabilmente alla messinscena degli spettacoli e degli eventi di Gabriele Vacis e di Alessandro Baricco. Ha promosso e diretto spettacoli teatrali, allestimenti lirici, stagioni, progetti, festival, trasmissioni radiotelevisive, cerimonie e grandi eventi. Dal 2002 a oggi ha periodicamente allestito spettacoli per il Teatro Stabile di Torino. Dal 2001 al 2011 ha collaborato all’ideazione e allo sviluppo del Festival Torino Spiritualità e del Circolo dei lettori di Torino. Dal 2014 è direttore artistico del Teatro Sociale di Valenza. Il 19 gennaio 2019 ha curato la cerimonia inaugurale di MATERA 2019 Capitale Europea della cultura. Attualmente, sta lavorando alla realizzazione dell’Istituto di pratiche teatrali per la cura della persona, per il Teatro Stabile di Torino/Teatro Nazionale; all’allestimento del “Serse” per i Teatri di Reggio Emilia; al progetto pedagogico “Bella presenza” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

www.pierfrancescopisani.it
https://www.facebook.com/francescareggianiofficial/