28/03/2019 - 30/03/2019

giovedì 28, venerdì 29 e sabato 30 marzo ore 21

spettacolo, testo, canzoni e voci varie di Luca Avagliano
luci a cura di Marco Santambrogio
scena a cura Eva Sgrò
elaborazione audio Tommaso Andreini / Edoardo Simeone
confronto in amicizia sul testo Astutillo Smeriglia
la canzone “Filumè” è stata musicata da Michele Maione

“Facciamola finita, ammettiamolo, non abbiamo più un futuro!”. Con questa frase Mirella lo fece piombare nella consapevolezza di vivere in un presente apparentemente senza ormai futuro, dove è facile sentirsi quantomeno smarriti, spauriti, lasciarsi andare all’inerzia e ritenere ormai inutile investire in qualcosa soprattutto se ad affrontarlo si è da soli, senza più Mirella.
In questa inerzia, in questa inquieta tranquillità e reclusione domestica, un normalissimo essere umano, indossando il suo comodo pigiama, innesca un vorticoso, inarrestabile e impacciato susseguirsi di riflessioni, confessioni, possessioni e canzoni alla ricerca di come sia arrivato ad avere paura di tutto e tutti, di come non farsi più prendere dal panico e di che cosa sia reale e concreto.

Un incontenibile flusso d’incoscienza che spazierà dalla poesia al catechismo, dalla scienza alla saggezza popolare, dalla psicanalisi all’equitazione, dall’amore a… gli alieni, forse unica via d’uscita e di salvezza, anche se, restando fermo immobile in attesa di un raggio traente, è facile farsi prendere dal panico… magari basterebbe correre per non farsi prendere, e, uscendo, ci si potrebbe anche accorgere di non essere così soli nell’universo.

LUCA AVAGLIANO si diploma dapprima presso la Scuola di Teatro Laboratorio Nove diretta da Barbara Nativi, poi presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma. Tra gli incontri artistici più importanti per la sua formazione: Paolo Rossi, Anna Marchesini e Danio Manfredini.
Come ultimi lavori teatrali da citare: Walking Thérapie per il teatro di Rifredi con la regia di Nycholas Buysse e Fabio Zenoni, recente successo dell’Estate Fiorentina 2018; UBU RE nell’originalissimo adattamento firmato Kanterstrasse con Simone Martini; e, per citarne alcuni, in passato ha collaborato con M. Scaparro (Polvere di Bagdad), TKC Company (Piccolo gioco senza conseguenze, The Kitchen, Nemico di Classe), Barbara Nativi (I cognati), Renata Palminiello (San Diego), Simone Martini (La Zuppa), F. Manetti (Il Borghese Gentiluomo).
Al cinema è in uscita il 27 dicembre con La Befana vien di notte di M. Soavi al fianco di Paola Cortellesi e Stefano Fresi, ed ha recitato ne Il Tuttofare V. Attanasio, Sono Tornato di L. Miniero, Lasciati Andare di F. Amato, Ci vediamo domani di A. Zaccariello e Dieci inverni di V. Mieli.
In Televisione lavora nelle serie tv De André, principe libero; Don Matteo; 140secondi; RIS ROMA 2 e Ombrelloni e prossimamente ne Le Avventure di Imma, serie isperata ai romanzi di Mariolina Venezia.
Come regista, in teatro, dirige Le Dinamiche dell’Odio di S. Martini, La Lezione di E. Ionesco e, curandone anche la traduzione, Generali a Merenda di B. Vian.
Nel 2005 è tra i fondatori della compagnia teatrale KanterStrasse.

Kanterstrasse (Terranuova B.ni – AR) 

 

BIGLIETTI
intero 10,50 Euro
ridotto 8,50 Euro
giovani 7,00 Euro
invalidità 5,00 Euro
diversamente abili 2,50 Euro
prezzo speciale GIFT CARD 7,50 Euro

info e prenotazioni 06/2010579
promozione@teatrotorbellamonaca.it