10/12/2021 - 12/12/2021 Teatro

Venerdì 10 – Sabato 11 dicembre ore 21.00
Domenica 12 dicembre ore 17.00

del Minotauro e di altre Bestie | Teatro

regia e adattamento Francesca Zerilli
con Marco De Bella, Sebastian Marzak, Francesca Zerilli
assistente alla regia Vittoria Nicita
foto Manuela Giusto
con il sostegno di lacasadargilla, Centro Internazionale La Cometa, Theatron, Carrozzerie NOT
si ringraziano Gabriele Paupini, Cesare Del Beato, Asia Coronella, Dalila De Marco, Massimo Risi, Angelica Azzellini, Nathalie Podbielski, Lorenzo Guerrieri, Luigi Testoni. 

con il contributo del Fondo PSMSAD

del Minotauro e di altre Bestie è un progetto sull’identità che parte da domande concrete e quotidiane: lavorare in teatro ha una natura intermittente – almeno quanto coinvolgente- e nei periodi di pausa faccio fatica a definirmi. Io quando non lavoro non so chi sono.
Un paio d’anni fa ho iniziato a sviluppare questo pensiero in un percorso di ricerca che è passato per un laboratorio durante in quale mi sono confrontata con molti attori diversi, e che si è sintetizzato in uno spettacolocon tre attori, me compresa.
Il testo che abbiamo costruito durante il percorso attinge da molte fonti diverse, saggi filosofici, poesie, testi di antropologia, canzoni; tutti legati dal filo rosso della storia del Minotauro, nella versione di F. Dürrenmatt.
Dürrenmatt posiziona il Minotauro dopo “lunghi anni di un lungo sonno confuso” in un labirinto di specchi, in cui pian piano lui imparerà a definirsi in relazione alle sue immagini riflesse, convinto siano altre creature; questo ci permette di accompagnarlo nell’operazione di costruzione di sé, che nel racconto avviene in tappe molto specifiche: l’incontro con gli specchi, la prima relazione con un’altra persona -la fanciulla che poi ucciderà senza capirlo-, la più complessa relazione con Teseo – creatura apparentemente uguale e invece ingannatrice.
Seguendo la storia del Minotauro, attingendo ai testi collaterali che nominavo prima, siamo andati a definire i due temi principali del lavoro: l’identità personale e il rapporto tra la parte più istintiva e quella più razionale dell’essere umano.


Biglietti
Intero 12€Ridotto 10€ (over 65, under 24, possessori di Bibliocard)

Info e prenotazioni
tel 06 69426222
biglietteria@teatrobibliotecaquarticciolo.it

NB: La partecipazione agli eventi richiede l’esibizione del green pass, dai 12 anni in su, secondo le normative covid 19 vigenti.