20/07/2021 Cinema, Incontro

martedì 20 luglio ore 21 | cinema
Rassegna FeelMare

ALBA
di Ana Cristina Barragán
(Ecuador, Messico, Grecia – 2016) durata 80’
a seguire

MONA
di Luiza Zaidan e Thiago Schindler
(Brasile / 2019) durata: 22′

v.o. con sottotitoli in italiano

introduzione a cura di Joana De Freitas Ginori
in dialogo con Cecilia Chianese, Maria Vittoria Pellecchia e Dafne Franceschetti

ingresso gratuito • prenotazione obbligatoria su eventbrite
prenota online: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-alba-162344784621

Alba è una ragazzina alle prese con i cambiamenti fisici e emotivi dell’adolescenza. Ma quello che per tutti è un periodo della vita fatto di sconvolgimenti umorali e di crisi di accettazione di sè e dell’altro, per lei, è ancora più drammatico. Quando la madre si ammala e viene portata in ospedale, Alba viene mandata a vivere con il padre che non vede da quando aveva tre anni. Entrambi timidi, riservati e soli, dovranno sforzarsi nella convivenza ed imparare a conoscersi.


Nella baracca di Agata le “monas” cercano sesso, crack e un orecchio attento. Si relazionano alla città in un modo unico e si esibiscono davanti alla telecamera. Ma l’instabilità di una vita ai margini mette a rischio l’angolo di mondo che un tempo era la loro casa.

Luiza Zaidan

Attrice e regista teatrale e cinematografica, si è laureata in Arte Scenica all’Università Statale di Campinas (UNICAMP), e ha conseguito la post-laurea in Documentario all’Università Roma Tre (Italia, 2016). Ha anche seguito corsi al Centro Sperimentale di Cinematografia (Italia, 2015) e alla Escuela Internacional de Cine y TV (Cuba, 2014). Ha diretto lo spettacolo O Casamento do Pequeno Burguês (Die Kleinbürgerhochzeit), di Bertolt Brecht, e il documentario FuoriCampo (Italia, 2017), che è stato selezionato a vari festival cinematografici, come il 17° Festival Internacional de Cine de Derechos Humanos (Argentina), l’8° Festival de Cinema de Futebol (Brasile); Mostra SESC de Cinama (Brasile); e Rome Independent Film Festival (Italia), dove ha ricevuto la Menzione d’Onore per il Miglior Documentario. Attualmente, sviluppa la ricerca Documentari di conversazione: attore, personaggio e auto-messa in scena nei film di Eduardo Coutinho nel suo master all’UNICAMP.

Thiago Schindler

Documentarista e antropologo, si è laureato in Scienze Sociali all’Università di San Paolo (USP). Durante il suo corso di laurea, si è concentrato sull’esplorazione delle possibilità della fotografia e delle risorse audiovisive nelle ricerche scientifiche. In questo senso, ha seguito un corso chiamato Antropologia della Fotografia (“Antropologia da Fotografia”) per sviluppare una fotoetnografia su un gruppo di transessuali senza fissa dimora che vivono nella città di San Paolo (questo lavoro ha fatto da sfondo al documentario Mona). Inoltre, ha seguito corsi come Fotografia come strumento di trasformazione sociale (“A Fotografia como Instrumento de Transformação Social”, 2017) presso l’Institut d’Études Politiques de Paris, e Workshop audiovisivo offerto dal dipartimento di Sociologia dell’Università di San Paolo (“oficina de Audiovisual do Laboratório de Pesquisa Social”, 2018). Ha anche realizzato un documentario intitolato Espaços Públicos (2018), che parla della violenza all’università. Attualmente tiene un corso di documentari alla Scuola di Comunicazione e Arte dell’Università di San Paolo (ECA-USP) ed è diventato membro del consiglio del Centro di Produzione e Ricerca Audiovisiva e di Immagini, annesso al dipartimento di Sociologia dell’Università di San Paolo (NUPEPA-USP)

Joana de Freitas Ginori

Joana de Freitas Ginori è una produttrice indipendente e operatrice culturale che lavora tra l’Italia e il Sud America. Dal 2013 organizza il festival L’Isola del Cinema (Isola Tiberina / Roma) curando le sezioni: Fuoco sul Reale dedicata ai documentari, Isola Mondo ospitando la cinematografia di circa 50 paesi e EWF European Women Filmakers. Nel 2014 co-dirige “Wangki- il Silenzio delle Sirene”(Italia/Nicaragua), vincitore del premio Amnesty Italia e Fuoricampo (Italia, 2018). Nel 2017 produce “L’Amore senza motivo”, presente alla sezione Migrarti parallela del Festival di Venezia aggiudicandosi una Menzione Speciale. Porta avanti collaborazioni con diverse realtà cinematografiche tra cui FeelMare e il Laceno D’oro. Nel 2020 fonda con due soci una webtv partecipativa che inaugurerà a fine anno. Nel 2021 apre a Roma la casa di produzione e distribuzione Ulalà Film & Co, dove ha in cantiere il film sperimentale “Sing Your Song Boy “e il cortometraggio “Guerra tra Poveri”.

Teatro del Lido

Gli eventi in presenza si svolgeranno all’esterno, nel cortile del Teatro del Lido di Ostia in via delle sirene 22. In ottemperanza alle disposizioni dei protocolli di sicurezza anticovid, l’accesso sarà possibile solo a un numero limitato di spettatori (75).
In caso di pioggia gli eventi si svolgeranno all’interno della sala teatrale ma sarà possibile l’accesso solo a 62 persone. I protocolli di sicurezza anticontagio – covid 19, sono visitabili sul sito www.teatrodellido.it e www.teatrodiroma.net.

Per permetterti di godere degli eventi al meglio e in totale sicurezza, potrai scegliere se acquistare posti singoli o posti in coppia.
Al momento dell’accesso in sala ti sarà richiesta un’autodichiarazione:
clicca qui per stampare il modello Posti singoli
clicca qui per stampare il modello Posti congiunti

Teatro del Lido di Ostia • via delle sirene, 22
www.teatrodellido.it | www.teatriincomune.roma.it

Canali digitali del Teatro del Lido
https://www.facebook.com/TeatroDelLidoDiOstia/
https://www.instagram.com/teatrodellido/
twitter.com /TLidodiOstia
https://bit.ly/YoutubeTDL